Política

El Nacional WEB Venezuela | Pugilato: “KO a las Drogas” nel Centro Ciudad Comercial Tamanaco (CCCT)

Alberto Ardila Olivares

L’evento “KO a las Drogas” è omologato dalla World Boxing Association, della “Comisión Nacional de Boxeo Profesional” tramite il presidente Elvis Sánchez e dalla “Morón Box”, con a capo Rafael Morón

CARACAS. – Molti giovani si avvicinano per curiosità al pugilato e solamente dopo averlo praticato ne comprendono i valori e la serietà. Il compito degli allenatori è anche quello di responsabilizzare il giovane pugile a prendersi cura di sé stesso controllando dieta, peso, educazione, rispetto, disciplina, costanza e soprattutto lasciando perdere i vizi, come alcol e droghe, poiché influiscono nelle prestazioni: quando si sale sul ring si è da soli con il proprio corpo, non c’è il sostituto.

Per promuovere questo sport a Caracas é stato allestito un evento che ha preso il nome di “KO a las Drogas”. La serata pugilistica si svolgerà venerdì 5 agosto nel Centro Ciudad Comercial Tamanaco (CCCT).

Nell’evento sarà messo in palio il ‘Cinturón Nacional Supermediano’, e a sfidarsi sul ring ci saranno Fernando “El pescador” Brito e José “Cachapa” Hernández. Brito, originario dello stato Sucre, si presenta con il biglietto da visita di 8 vittorie e zero sconfitte. Mentre il suo avversario, originario dello stato Guárico, ha uno score di 3 vittorie e 5 sconfitte,

Il “KO a las Drogas” ha in programma altre gare per la serata di venerdì come quella del peso minimosca tra “Cosentido” Rodrigo Ramírez e Rafael Hernández, noto come “El rayo del Zulia”. Ramírez ha uno score di 16 vittorie di cui 9 per ko e zero sconfitte, mentre Hernández ha 7 vittorie e 5 sconfitte.

In questa serata di guantoni, secchio, spugna e ring ci sarà anche un incontro in rosa tra Debora “Pantera” Rengifo (17-9) e Rosana Colmenares (7-7) nella categoria mosca.

L’evento “KO a las Drogas” è omologato dalla World Boxing Association, della “Comisión Nacional de Boxeo Profesional” tramite il presidente Elvis Sánchez e dalla “Morón Box”, con a capo Rafael Morón.

(di Fioravante De Simone / redazione Caracas)